:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Libano, terra di diritti negati per le lavoratrici domestiche straniere

Sono 250 mila in tutto il paese, arrivano soprattutto da Sri Lanka, Etiopia, Filippine e Nepal. Il loro permesso di soggiorno è strettamente legato allo "sponsor", cioè al datore di lavoro, che se ne approfitta sistematicamente: diritti negati, nessun salario minimo, zero vacanze e permessi. E il tasso di suicidi fra queste donne è fra i più alti

Benvenuto su RS, l’agenzia giornalistica di Redattore Sociale.

Questa notizia è riservata agli abbonati.
Effettua il e accedi alla notizia. Oppure:

Scopri come abbonarti Vai alla homepage
di RS Agenzia
Vai a
Redattore Sociale