:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Firmare con gli occhi, “per noi malati di Sla un modo per sentirci persone normali”

La sentenza del Tribunale di Venezia, che riconosce la validità della firma digitale apposta tramite comunicatore, è sopratutto “un riconoscimento di dignità”. Francesca Cicirelli: “Noi dialoghiamo ed esprimiamo il nostro consenso o assenso con il puntatore oculare appunto perché siamo capaci di intendere e di volere”

Benvenuto su RS, l’agenzia giornalistica di Redattore Sociale.

Questa notizia è riservata agli abbonati.
Effettua il e accedi alla notizia. Oppure:

Scopri come abbonarti Vai alla homepage
di RS Agenzia
Vai a
Redattore Sociale