:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

“Evviva Marie Anne è viva”: otto donne si raccontano perché non accada più

29 ottobre 2018

ROMA – “Lettura come libertà: leggiamo storie per liberare le donne dalla violenza. Sensibilizzare su questo problema aiuta ad eliminare le prevaricazioni”. Si presenta così, anche come testo scolastico, “Evviva, Marie Anne è viva!” il nuovo libro di Stefania Catallo, per Universitaria Editrice, che racconta, attraverso la voce e il vissuto di otto donne, la storia del centro antiviolenza Marie Anne Erize, diretto dall’autrice prima a Tor Bella Monaca e ora nel quartiere Romanina. Venerdì 2 novembre dalle 17.30 alle 22 la presentazione del volume a Trastevere, in via della Penitenziaria, 35, con un evento che vedrà in mostra le tavole contenute nel libro e illustrate da undici street artists tra i più quotati del panorama italiano: Alessandra Carloni, Alice Pasquini, Alt97, Aloha, Emanuele Olives, Gio Pistone, Gojo, Jerico, MP5, Solo, Zerocalcare. Modera l’incontro la giornalista Donatella D’Acapito. Letture di Delfina Angeloni. Al termine, concerto rap al femminile di Phedra e Huntress D. “Si tratta di storie estremamente differenti l’una dall’altra – spiega Stefania Catallo -, storie che a molti di noi potrebbero sembrare lontane dalla realtà, ma non per questo meno vere. A volte il mondo ci riserva una tale quantità di odio e cattiveria che sembra impossibile riuscire a rimanere in piedi, a combattere tutto questo da sole. Eppure c’è riuscita Jona, nonostante sia stata costretta a prostituirsi dall’uomo che diceva di amarla. C’è riuscita Lucia, tradita da quello che i greci chiamavano il complesso di Elettra, vittima di incesto. C’è riuscita Evelyn, che finalmente può condividere il suo amore con la compagna Kelly, senza odio e pregiudizi”.

» Leggi tutti gli annunci