:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Da rifugiati a cittadini, cronache di ordinaria convivenza. Un concorso per giornalisti

23 ottobre 2014

L'Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali), in collaborazione con il servizio centrale dello Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) e Repubblica.it, ha lanciato un concorso rivolto a giornalisti della stampa locale e al personale dei progetti territoriali dello Sprar, volto a promuovere una narrazione che metta al centro storie “positive” di convivenza, tra rifugiati e autoctoni. Il concorso “Da rifugiati a cittadini. Cronache di ordinaria convivenza” si rivolge a giornalisti di cronaca locale (anche on line) che sono invitati a contattare i progetti territoriali dello Sprar (enti locali e realtà del terzo settore) del loro territorio per conoscere e raccontare storie di rifugiati che, alla fine del soggiorno nel centro di accoglienza, abbiano deciso di rimanere sul territorio, avendo trovato un lavoro o una casa o entrambi. La storia dovrebbe anche mettere in evidenza il ruolo sociale e la professionalità che aveva il rifugiato nel proprio paese d’origine, perché spesso viene percepito in Italia solo come membro della categoria dei rifugiati, perdendo la propria individualità. I migliori articoli selezionati da una giuria composta da esperti Unar, referenti del Servizio Centrale dello Sprar, e giornalisti di Repubblica verranno pubblicati su Repubblica. Il contest offre ai giovani pubblicisti e giornalisti l'occasione per confrontarsi e riflettere sui temi dell'asilo, dell'accoglienza e dell'inclusione sociale in collaborazione con gli operatori che lavorano nel settore dell'accoglienza ma anche l'opportunità ai giornali di parlare di persone e storie e non solo di numeri e sbarchi. Scadenza per partecipare 20 novembre 2014. Regolamento del concorso.

Tag: Concorsi

» Leggi tutti gli annunci